19 consigli controcorrente per investire (Parte Prima)

Banconota un DollaroQuella che segue è una traduzione/rielaborazione dell’articolo The Ultimate Cheat Sheet For Investing All Of Your Money di  James Altucher.

E’ la prima volta che pubblico un articolo non originale e probabilmente non sarà l’ultima.

Ho intenzione di proporre, talvolta,  le traduzioni dei contenuti più interessanti e soprattutto utili, che riguardano il business e gli investimenti, il networking, la crescita personale e finanziaria.

Ho scelto di pubblicare questo articolo perché contiene opinioni forti e controverse (nello stile tipico dell’autore) su come investire i propri soldi. Alcune idee non mi trovano d’accordo, altre le condivido al 100%. In ogni caso sono spunti che stimolano la riflessione, comunque la si pensi.

Attenzione: non si parla soltanto di investimenti finanziari. Leggendo l’articolo scoprirai anche come e perché una parte dei propri soldi dovrebbe essere investita su una persona in particolare; una persona importante, anzi, la più importante.

L’articolo è piuttosto lungo e, per facilitare la lettura, lo pubblico in due parti.

Ecco la prima…

Nella storia del capitalismo questo è uno dei momenti più difficili per investire. Le persone falliscono, perdono il lavoro e la paura domina le notizie e cerca di dominare i pensieri.

In poche parole, le persone sono impaurite e, poiché credo che l’ incertezza generale sia destinata ad aumentare, ho deciso di scrivere queste note.

Nel 2001 e nel 2002 ho perso tutti i miei soldi a causa di investimenti sbagliati. E la stessa cosa mi è accaduta altre volte successivamente.

Allora perché dovresti ascoltare i miei consigli sugli investimenti? Infatti non dovresti!

Così come non dovresti ascoltare nessuno per prendere decisioni sui soldi che ti sei guadagnato lavorando duramente.

Le 3 parole più importanti sugli investimenti sono “Non lo so”.

Se qualcuno, parlando di investimenti,  non pronuncia queste parole…sta mentendo.

MagiaCXO Advisory Group ha effettuato uno studio su oltre 6.500 previsioni effettuate da consulenti finanziari ed “esperti” vari. Il risultato è un’attendibilità totale del 46,9%.

Se hai deciso di affidare i tuoi risparmi ai “guru del mercato”, ti auguro buona fortuna

Questa è la mia esperienza (dalla quale ho imparato molto bene cosa NON fare e qualcosa su cosa fare).

Ho gestito un fondo speculativo di successo.

Ho gestito un fondo di fondi, il che significa che ho analizzato le performance e le strategie di circa 1000 fondi speculativi diversi.

Ho imparato soprattutto una cosa : Wall Street è una truffa, e non ci sono eccezioni.

Sono stato anche un Angel Investor ed un Venture Capitalist.

Adesso non raccolgo più soldi, non voglio più partecipare a questo gioco. Non mento sulle mie perdite, mentre tutti gli altri lo fanno.

Per questo sono fuori dal business, anche perché gestire un fondo è un lavoro duro.

Negli ultimi 15 anni ho provato ogni strategia di trading esistente, tanto che non posso immaginare una sola strategia che non abbia sperimentato.

Ho anche scritto un software per il trading automatico, ottenendo ottimi risultati, ma questo settore oggi è dominato dai software per il trading ad alta frequenza (High Frequency Trading).

Ho anche scritto diversi libri sulla mia esperienza da investitore, su argomenti che spaziano dal trading automatico a Warren Buffet, gli Hedge Funds, investimenti di lungo periodo.

Su quest’ultimo tema, ho scritto il libro che ha venduto meno di tutti gli altri, “The Forever Portfolio”. Dalla sua uscita nel dicembre 2008 ha venduto 399 copie. Il libro è stato pubblicato durante la peggiore crisi finanziaria di tutti i tempi, nonostante avessi pregato l’editore di posticipare l’uscita; la sua risposta: “Ormai è programmato”. Gli editori in gran parte fanno schifo. La buona notizia è che non recupereranno mai l’anticipo che mi hanno dato.

Detto questo, tutte le indicazioni pubblicate nel libro si sono rivelate vincenti. Ma la cosa di cui sono più fiero è che ho inserito un cruciverba nel libro; non conosco nessun altro libro sugli investimenti con un cruciverba al suo interno.

Ok, iniziamo!

Non seguire nessuno dei miei consigli. Questo è il consiglio che io stesso seguo e funziona.

notepad

1) Dovrei fare trading giornaliero?

Solo se sei disposto a prendere tutti i tuoi soldi, strapparli in piccoli pezzi e con questi fare dei cupcakes con pezzi di denaro al loro interno e poi mangiarli tutti. Poi ti ammalerai, ti sarai mangiato tutti i tuoi soldi, ma sarà stato tutto molto eccitante.

Questo è fare trading.

2) Non ti credo. Molte persone vivono di trading.

No. Personalmente ne conosco due, che vi si dedicano 24 al giorno e lo fanno da almeno 10 anni. Quindi, a meno che tu non sia disposto ad impegnare tutto questo tempo ed a perdere molti soldi, non dovresti farlo.

Un’altra cosa: quando fai trading e perdi soldi, non è come avere un lavoro.

Quando vai a lavorare non perdi MAI soldi. Se ti presenti al lavoro per due settimane, vieni pagato. Potrai essere licenziato, ma non prenderanno per questo i tuoi soldi.

Sui mercati finanziari, nelle giornate negative, PERDI i tuoi soldi.

E ne puoi perdere anche molti. Poiché non ne siamo abituati, la perdita di soldi può distruggere psicologicamente una persona ed indurla così a commettere sempre più errori nel trading.

3) Quindi, chi guadagna sui mercati finanziari?

3 categorie di persone:

  • Chi tiene le azioni in portafoglio per sempre. Ad esempio Warren Buffett (che non ha mai venduto una sola azione della sua Berkshire Hathaway dal 1967) o Bill Gates (il quale vende azioni, ma per 20 anni ha sostanzialmente mantenuto la sua quota di titoli Microsoft).
  • Chi tiene azioni per un milionesimo di secondo, gli High Frequency Traders. Sull’argomento ti consiglio la lettura del libro “Flash boys” di Michael Lewis. E’ un attività al limite della legalità e non te la consiglio.
  • Chi imbroglia.  In 20 anni ho visto ogni tipo di truffa, tanto che potrei scrivere la storia delle truffe dell’ultimo ventennio (schemi Ponzi, manipolazione di titoli illiquidi, insider trading, ecc…).

scamUna volta volevo raccogliere denaro per uno dei miei fondi di investimento ed andai a trovare il manager di un importante fondo , con il quale aveva ottenuto un rendimento annuale del 12% per 20 anni.

Tutti erano curiosi di sapere come riuscisse ad ottenere questi rendimenti. Un amico, cha lavorava nel settore, mi disse: “Cerca di ottenere qualche informazione quando sei là”.

Ma il famoso manager mi disse: “Mi dispiace James. Tu ci piaci e sarebbe grandioso se tu volessi lavorare con noi. Ma noi non sappiamo cosa faresti con i nostri soldi e qui alla Bernard Madoff Securities la reputazione è tutto.”

Così non riuscii ad ottenere denaro da Bernie Madoff, sebbene mi avesse offerto di lavorare con lui. Tra l’altro sembrava un bravo ragazzo…

Lasciando il suo ufficio nel famoso “lipstick building” mi sentivo depresso. Pensavo: “ Sarò mai abbastanza capace?”

Più tardi, lo stesso amico che mi pregava per chiedere informazioni e capire come Madoff riuscisse ad ottenere quei rendimenti, mi disse “Lo sapevamo tutti che fosse un truffatore” (Bernard Madoff è l’autore di una delle più grandi frodi finanziarie della storia e sta scontando 150 anni di carcere per i reati commessi…).

E questa è un’altra caratteristica comune nell’ambiente di Wall Street. Tutti sanno tutto… “dopo” e nessuno ammette mai di aver sbagliato.

Mostrami un esperto di Wall Strett che ammette di aver sbagliato ed io ti mostrerò…non lo so…qualcosa di orribile ed impossibile 😉

Ricorda le tre parole magiche: “Non – lo – so”

euro_Calcolatrice4) Quindi come posso fare soldi sui mercati finanziari?

Scegli alcune azioni e tienile per sempre. Poiché si applicano le tre parole magiche “Non-Lo-So”, è quasi impossibile scegliere quelle giuste.

5) Quali azioni dovrei acquistare?

Warren Buffet ha alcuni consigli al riguardo (ed io li conosco perché ho scritto IL libro su di lui. Un amico che lo conosce mi ha detto che il mio libro è l’unico che Buffet riconosce come attendibile).

Così, visto che io non ne so niente, lascio il posto a  Warren Buffet.

Lui sostiene questo: “Se credi che un’azienda sarà ancora in attività tra 20 anni, probabilmente oggi è un buon acquisto”.

A questo aggiungerei altri 4 criteri che secondo me Warren applica:

  • Il management della società ha dimostrato di essere composto da persone oneste e capaci. Meglio addirittura se puoi conoscere personalmente i manager.
  • Le azioni della società sono “crollate” per qualche motivo (pensa ad American Express negli anni ’60, che Buffett ha acquistato in quantità, oppure al Washington Post negli anni ’70 ed a Coca Cola negli anni ’80)
  • L’azienda ha un marchio conosciuto (American Express, Coca Cola, Disney, ecc…)
  • L’azienda può sfruttare la crescita demografica a suo favore.
    Con la Coca Cola, Buffet sapeva che chiunque nel mondo, nell’arco di poco tempo,  avrebbe bevuto “acqua zuccherata”. E chi può resistere? Ha anche iniziato ad acquistare azioni di aziende nel settore degli arredamenti, prima che decollasse il mercato delle case. Sapeva già che, con il crescere della popolazione negli Stati Uniti, le persone avranno bisogno di più sedie sulle quali sedersi….

Nota che Buffet non è ciò che molti chiamano un “value investor”. Ma non affronterò questo argomento adesso…

6) Cos’altro?

Una volta ho ricevuto accidentalmente una email che era destinata ad un famoso investitore. Era inviata dal suo broker e conteneva la composizione del suo portafoglio. Non so come ciò accadde, ma è andata così.

Ovviamente, aprii il messaggio.

Questa è una persona che scrive molto sulle azioni.

Il suo intero portafoglio era composto da obbligazioni emesse da enti locali (municipal bonds).

7) Dovrei mettere tutti i miei soldi in azioni?

No, perché non saprai mai nulla di una società e non riuscirai a fare gli affari che Warren Buffet è capace di concludere.

Così, segui queste semplici regole di base:

  • Non più del 3% del tuo portafoglio in un singolo titolo, ma se il prezzo dell’azione cresce più del 3%, la puoi tenere. Per citare di nuovo Warren Buffet “ Se hai Lebron James nella tua squadra, non lo vendi”.
  • Non più del 30% del portafoglio in azioni (a meno che alcune azioni non crescano; in tal caso tienile in portafoglio e lascia che il valore aumenti).

bolla7 bis) E se fossimo in una “bolla”?

Un manager di un fondo speculativo (David Einhorn) ha detto che potremmo essere in una “bolla tecnologica”.

Ricorda la regola numero 1. Lui non lo sa…è soltanto un titolo per i giornali.

Le bolle non significano niente. Abbiamo avuto la bolla di Internet negli anni ’90, poi la bolla degli immobili. Bolle, bolle, bolle…. E se tu avessi resistito a tutte, oggi il tuo portafoglio azionario sarebbe sui massimi di tutti i tempi….

Quindi ignora i cicli, le bolle, gli alti e bassi dei mercati.

NewsPaper_humanE non leggere MAI le notizie. Chi scrive le notizie non conosce i mercati finanziari e cosa li muove. Investire seguendo le notizie è come cavarsi gli occhi perché ci fidiamo di un cieco che ci accompagna al lavoro.

8) Un mio amico ha un’idea per un business. Dovrei investirci dei soldi?

Probabilmente no, ma se vuoi alcuni indicazioni, assicurati che siano rispettati questi quattro requisiti:

  • Il titolare o chi amministra la società ha già avviato e venduto un business prima di questo.
  • L’azienda opera in un settore con un forte trend demografico a suo favore
  • L’azienda genera ricavi e/o profitti
  • Puoi “fare un buon affare”, ovvero pagare un prezzo vantaggioso. Questo è ovviamente soggettivo, ma per avere un riferimento puoi vedere quanto sono state valutate aziende simili.

Posso dire che quando ho investito seguendo queste indicazioni…è andata alla grande. Ogni volta che non ho seguito questo approccio, è stato un vero disastro.

Mi moglie Claudia non mi permette di investire se non sono rispettati tutti i quattro criteri. E’ utile poter dire:” Mi piace la tua idea, ma mia moglie non mi permetterebbe di investire…”. E così posso tenermi i miei soldi. Il che è importante perché io tendo a credere a tutto ciò che le persone mi dicono…

9) Cosa ne pensi del Bitcoin?

Penso che il Bitcoin abbia 1 possibilità su 100 di sopravvivere. Per questo ho investito l’1% del mio portafoglio in bitcoin.

Potrei scrivere molto sull’argomento. Ho venduto il mio libro “Choose Yourself” in bitcoin, prima della sua uscita ufficiale e successivamente il valore del Bitcoin è cresciuto del 500%.

Posso spiegare tutto sul Bitcoin, ma non posso spiegare o conoscere il futuro. Quindi, staremo a vedere…

10) E cosa ne pensi dell’investimento in metalli, per proteggersi dall’inflazione?

Non hanno nessuna correlazione con l’inflazione. La migliore protezione contro l’inflazione è il mercato azionario Usa, in quanto il 60% dei ricavi delle aziende presenti nell’indice S&P500 è generato fuori dai confini nazionali.

Lingotto d'oro11) Cosa ne pensi dei metalli come l’oro. Non hanno un valore intrinseco?

L’ unica moneta nella storia del genere umano , che aveva un valore intrinseco effettivo, c’è stata quando la gente scambiava orzo nei mercati dell’antica città di Ur . Da allora , abbiamo creato valute che dipendono dalla nostra “fede” nel loro valore .

Ogni valuta è sostenuta dalla fede e dalla speranza. Quando le persone iniziarono a perdere fiducia nel dollaro (durante la Guerra Civile), le parole “In God We Trust” furono stampate sulla banconota da un dollaro per indurre le persone ad avere fiducia in essa.

Ma se hai intenzione di comprare un metallo , attendi che il rapporto oro / argento superi il valore della sua media storica e poi compra argento .

Come mai? Perché l’argento è sia un metallo prezioso (come l’oro) che un metallo industriale (come anche l’oro, ma molto molto più economico ) .
Quindi in realtà c’è un valore intrinseco nell’ argento .

Ho comprato delle barre d’argento nel 2005. Ma poi le ho perse quando mi sono trasferito .
Ecco perché nessuno dovrebbe ascoltarmi quando parlo di investimenti….

———————————-

Questa è la prima parte dell’articolo, quella più tecnica dedicata agli aspetti finanziari degli investimenti.

Nella seconda parte si parla anche di “come investire su te stesso” e di una (semplice) pratica quotidiana per aumentare il benessere – “19 consigli controcorrente per investire (parte seconda ed ultima)“.

Se sei interessato al tema investimenti, non devi far altro che seguire le tracce

Condividere fa bene alla mente!
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+
Pin on Pinterest
Pinterest
One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *